Cattedrale di San Giovanni

Cattedrale di San Giovanni

La Cattedrale di San Giovanni è stata un fedele testimone della storia di Varsavia. Costruita nel XVI, fu distrutta dai nazisti e oggi è una della cattedrali più interessanti di Varsavia.

La Cattedrale di San Giovanni, costruita nel XIV secolo è la chiesa più antica di Varsavia. Per la sua bellezza architettonica e per gli orribili fatti legati al Seconda Guerra Mondiale, oggi è Patrimonio dell'Umanità. Inoltre, è la sede episcopale dell'arcidiocesi ed è la chiesa più amata dai varsoviani.

Un po' di storia

La Cattedrale di San Giovanni è strettamente legata alla storia di Varsavia. Nel corso dei secoli, ha accolto numerose cerimonie di incoronazione dei monarchi polacchi, oltre ad aver custodito le reliquie della Corona ed essere stata il luogo di sepoltura di personaggi storici di rilievo.

Dal XVII secolo, questa cattedrale è collegata al Castello Reale di Varsavia da un tunnel sospeso, costruito dopo fallito assassinio del re Sigismondo III, attaccato mentre andava alla messa.

Durante l'Insurrezione di Varsavia, nel 1944, i nazisti introdussero un carro armato nella cattedrale, causando danni irreparabili. Inoltre, le esplosioni, dentro e fuori dell'edificio, distrussero il 90% della cattedrale.

L'interno

Con la fine della Seconda Guerra Mondiale, la città di Varsavia cominciò a risorgere dalle proprie ceneri. La facciata fu ricostruita in base alle illustrazioni del XIV secolo e anche la volta stellata presente al suo interno richiama quella dell'antica chiesa.

Dentro alla Cattedrale di San Giovanni si trovano anche i sepolcri di alcuni duchi di Masovia, dell'ultimo re polacco Stanislao II e di Henryk Sienkiewicz, Premio Nobel della Letteratura.

Orario

Dal lunedì al sabato: dalle 10:00 alle 17:00.
Domenica: dalle 15:00 alle 17:00.

Prezzo

Biglietto intero: 5 (1,30US$)
Studenti e over 65: 3 (0,80US$)

Trasporto

Autobus: linee 160, 190 e 527.
Tram: linee 4, 13, 18, 20, 23, 26 e 28.